Il Mare Adriatico

Imare Adriatico, su cui si affaccia il nostro agriturismo nella Marche vicino al mare, è parte del mare Mediterraneo e bagna oltre alla costa orientale della penisola italiana, cinque paesi della penisola balcanica: Slovenia, Croazia, Bosnia ed Erzegovina, Montenegro e Albania.

È lungo circa 800 km e largo mediamente 150 km, ricoprendo una superficie di 132 000 kmq. La profondità non supera i 300 m nella parte settentrionale e raggiunge i 1 222 m più a sud lungo la direttrice da Bari alle bocche di Cattaro. La salinità media è del 3,8%, con forti differenze tra il nord, meno salino, ed il sud.

Il limite inferiore del Mare Adriatico è rappresentato dal Canale d’Otranto, ossia lo stretto di mare fra punta Palascia, nel Salento, e capo Linguetta in Albania, che lo delimita dal mare Ionio.

I principali corsi d’acqua italiani che sfociano nel mare Adriatico sono il Po, l’Adige, l’Isonzo, il Tagliamento, il Brenta, il Piave, il Reno, la Narenta, il Metauro, Tronto, l’Aterno-Pescara. I fiumi del nord, alimentati dai ghiacciaialpini, hanno un regime più regolare nel corso dell’anno, mentre quelli centro-meridionali presentano un carattere torrentizio, anche il Fiume Esino, nella cui valle è presente il nostro agriturismo nelle Marche vicino al mare, presenta le medesime caratteristiche.

L’ampiezza di marea è abbastanza contenuta (circa 30;cm al sud e non oltre i 90 nell’estremità settentrionali): ciò ha permesso sin dall’antichità la nascita, lungo la bassa costa settentrionale, di centri abitati come Aquileia, Chioggia, Grado, Ravenna e Venezia, famosa in tutto il mondo per il fenomeno dell’acqua alta che periodicamente ne sommerge di qualche decina di centimetri molte aree.

Porti principali in Italia sono, da nord a sud, Trieste, Venezia, Ravenna, Ancona, Bari, Brindisi; in Slovenia il solo porto di Capodistria; in Croazia Pola, Fiume, Zara, Sebenico, Spalato e Ragusa; la Bosnia ed Erzegovina si serve del porto croato di Porto Tolero (in croato: Ploče); in Montenegro Antivari; in Albania Durazzo e Valona.

Nel periodo pre-classico, l’Adriatico era considerato un’estensione del mare Ionio; venne individuato come ulteriore mare solo dal periodo repubblicano romano. Nel Medioevo e nell’Età Moderna, i Veneziani, che comprendevano nel proprio dominio la Dalmazia e alcuni porti pugliesi, chiamavano l’intero Adriatico con il nome di golfo di Venezia. Dal momento che la Serenissima era una delle maggiori potenze d’Europa.

Agriturismo marche mare: etimologia

Il nome Adriatico, del mare su cui si affaccia il nostro agriturismo nelle Marche deriva, secondo le tesi più avvalorate, dal nome della città di Adria in provincia di Rovigo, in Veneto. In effetti per i Greci tale città, che i siracusani trasformarono in una loro colonia, era considerata l’estremità settentrionale dell’Adriatico, per cui il nome verrebbe a significare “mare che termina ad Adria”. Quando i Romani conquistarono il Nord Italia alla fine del III secolo a.C., il nome si era già consolidato.

Miti e leggende

Le coste del mare Adriatico sono teatro di antichi racconti capaci di suscitare grande fascino ed interesse per il viaggiatore interessato alla sua vacanza in agriturismo nelle marche vicino al mare. Una delle leggende più conosciute riguardanti l’Adriatico è quella degli Argonauti. La parte finale del mito è ambientata a Pola e narra della storia della nave dei sudditi del re di Colchide che, partiti alla ricerca del Vello d’oro, si sarebbero fermati sulle coste dell’Adriatico per paura di comunicare al sovrano il fallimento della loro missione e la morte del figlio Giasone.

Sempre dall’altra parte dell’Adriatico, lungo le coste della penisola dell’Istria, si racconta la storia dell’arcipelago delle isole Brioni, dove sono stati ritrovati resti dei dinosauri che hanno abitato queste terre 150 milioni di anni fa. Secondo la leggenda, questo arcipelago nacque per mano degli angeli e le isole sarebbero alcuni pezzi di Paradiso sparpagliati dal diavolo.

Anche la storia di Circe potrebbe essere ricondotta al mare Adriatico, collocando la casa della maga lungo la foce del Po o in Istria. Il fatto che Omero non abbia mai incluso riferimenti specifici parlando di luoghi, autorizzò fin dall’antichità ad ambientare il mito di Ulisse in vari luoghi del Mediterraneo. Ci sono anzi studiosi che hanno ambientato tutte le tappe del viaggio di Ulisse, narrato nell’Odissea, in luoghi del mare Adriatico, arricchendo di fascino il mare su cui si affaccia il nostro agriturismo nelle Marche.

Agritirismo Marche Mare: le isole, i golfi, le lagune, i promontori, i porti

Le uniche isole da ricordare in territorio italiano sono le isole Tremiti, situate al largo del promontorio del Gargano.

Le principali articolazioni della costa italiana procedendo da nord verso sud sono le seguenti: Il Golfo di Venezia, il maggiore, su cui si affacciano il Veneto, il Friuli-Venezia Giulia, la Slovenia e l’Istria croata, comprende al suo interno il Golfo di Trieste, la Laguna di Grado, la Laguna di Marano, la Laguna di Caorle, la Laguna Veneta, il Delta del Po, il Golfo di Vasto, il promontorio del Gargano, il Golfo di Manfredonia.

Il tratto di costa Marchigiana, facilmente raggiungibile dall’Agriturismo “La Casa della Lavanda” il nostro Agriturismo nelle Marche vicino al mare, è caratterizzato dal promontorio del Monte San Bartolo, in provincia di Pesaro, dal Golfo di Ancona e dal promontorio del Conero in provincia di Ancona.

Numerosi sono i porti della penisola italiana che si affacciano sul mare Adriatico, quelli delle Marche sono: quello principale di Ancona, a cui seguono quelli di San Benedetto del Tronto, Civitanova Marche, Senigallia, Fano e Pesaro.

2018-02-02T16:46:16+00:00 febbraio 1st, 2018|Il Mare, Territorio Marchigiano|
Translate Here
Modulo richiesta informazioni e disponibilità +39-328-7898898
I campi contrassegnati con l'asterisco sono richiesti.